Da Regione Marche bandi per 92 mln per sostegno imprese e rilancio economia del Piceno

La Regione Marche ha presentato presso la Camera di Commercio di Ascoli , i bandi per le imprese del territorio piceno, alla presenza della vicepresidente Anna Casini e dell’assessora alle Attività produttive Manuela Bora.

L’incontro ha visto la partecipazione di decine di imprenditori che hanno dialogato con i responsabili dei procedimenti in ambito regionale.

Ci sono oltre di 92,6 milioni di euro a sostegno di una fascia molto ampia di imprese (dalle micro a quelle più strutturate, fino alle imprese sociali): si tratta di  misure per dare corpo alla competitività del sistema produttivo, favorire la crescita dell’occupazione e stimolare forme di autoimprenditorialità, legandole in particolare all’innovazione tecnologica.

“Iniziative come quella di oggi sono la prova provata che la provincia di Ascoli Piceno non è più la cenerentola delle Marche ma è al centro dell’attenzione di tutta la giunta regionale – ha sottolineato Anna Casini. Il poderoso sistema di risorse, formazione professionale e incentivi alle assunzioni per le imprese messo in campo non era mai stato così contestualizzato e capillare rispetto alle esigenze del nostro territorio”.

Due i filoni principali di intervento : l’Area di crisi complessa del Piceno (nel piatto ci sono circa 28 milioni) e i contributi destinate alle aree colpite dal sisma del 2016 e 2017 (con oltre 65 milioni).

“Grazie all’ingente monte complessivo di risorse messe a disposizione dall’Unione Europea e dal Mise – ha dichiarato l’Assessora Manuela Bora – abbiamo voluto fortemente sostenere sia l’avvio e il rafforzamento delle attività imprenditoriali, che gli investimenti  produttivi finalizzati al rilancio, alla crescita economica e alla competitività, senza dimenticare quella del Made in Italy e la rivitalizzazione delle filiere produttive. L’obiettivo è uno solo : rilanciare un territorio dalle grandi potenzialità”.

“Sono grato alla Regione Marche per questa programmazione a favore del sistema economico del Piceno – ha detto dal canto suo Gino Sabatini, Presidente della Camera di Commercio, che, partendo dalla crisi che affligge da anni la nostra provincia e dal durissimo impatto che ha avuto il sisma, ha impresso un cambio di faccia sostanziale e non di facciata. Il monte complessivo delle risorse a disposizione è imponente e credo che possa ulteriormente crescere, perché nessun progetto solido venga escluso.”

 

Commenti

Comments are closed.