‘Basta puzze! Siamo pronti a denunciare Stam’

San Benedetto del Tronto (Ap) 7 agosto.- ‘Basta puzze e odori nauseabondi. Siamo pronti a denunciare la Stam per inquinamento ambientale nel caso non si adegui alle prescrizioni’.  Va giù duro il consigliere regionale del 5stelle Peppino Giorgini sul caso dell’impianto di bonifica dei fanghi di Colonnella, in frazione Vallecupa. Il suo Movimento ha segnalato la vicenda al Ministero dell’Ambiente, al Nucleo ecologico dei carabinieri e presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Teramo. Obiettivo  quello di verificare il perché dal sito della società che tratta al 95 % fanghi provenienti dalla Ruzzo Reti, si producano miasmi da 3 anni che ammorbano l’aria non solo di Vallecupa ma anche di Centobuchi,  Porto d’Ascoli e zone limitrofe. ‘Molta gente che abita vicino all’impianto non ce la fa più e ci ha chiesto aiuto in lacrine – ha detto oggi Giorgini in conferenza stampa a San Benedetto, insieme al senatore Giorgio Fede e al parlamentare teramano Fabio Berardini. Noi vogliamo che adesso si intervenga sull’impianto per controllare la situazione’.

Secondo gli esponenti 5stelle, la Stam – un fatturato di un milione di euro – non rispetterebbe alcune norme dell’Aia ( autorizzazione integrata ambientale) l’ultima delle quali rilasciata nel 2017. I fanghi che arrivano sul posto non sarebbero stabilizzati e i filtri non farebbero la loro azione con efficacia. Secondo Giorgini e gli altri quindi, si produrrebbero sia un inquinamento dell’aria che un inquinamento dell’acqua del vicino fiume Tronto : ‘ Un danno all’ambiente e alla salute pubblica che è tanto più grave in un periodo di vacanze estive e di aziende turistiche in piena attività ‘ ha sostenuto Giorgini. Il parlamentare Bernardini ha ricordato che entrambe le agenzie regionali per l’ambiente di Abruzzo e Marche hanno svolto dei rilevamenti e adesso si attendono i risultati delle analisi. Ma gli esponenti grillini sollecitano la Procura di Teramo a disporre subito accertamenti all’impianto, nell’interesse dei cittadini di tutti i comuni coinvolti, a Nord e a Sud del Tronto.

Commenti

Comments are closed.