Esalazioni Falconara, Comitato : “Si utilizzino i droni per monitorare aria”

Falconara (An).-“Si utilizzino quanto prima possibile i Droni¬† per monitorare la qualita’ dell’aria e per ogni altra utile finalita’ in materia di Ambiente e Protezione Civile“.
Lo chiedono l’Avv. Fabio Amici, Presidente ¬†del ¬†Comitato “Trasparenza e Anticorruzione” ed il Dott. Walter Laurenzi, Esperto in materia sanitaria, ¬†all’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale ARPA Marche, alla Regione Marche ed ai Sindaci dei Comuni interessati.
¬†¬† In queste ultime settimane nel territorio¬† del Comune di Falconara Marittima si sono¬† verificate frequenti esalazioni¬† di idrocarburi che hanno raggiunto la “soglia odorigena“,¬† creando¬† disturbi ai cittadini e ¬†limitazioni nella vita di relazione delle persone,¬† che in alcuni casi hanno rinunciato ¬†a passare tempo all’aria aperta e ad aprire le finestre di casa.
    Le emissioni hanno interessato anche i Comuni limitrofi,  tra i quali Ancona, Chiaravalle, Jesi, Monsano e Montemarciano.
¬† “Risulta che i Sindaci di questi Comuni – sostiene il Comitato – sono intenzionati ad adottare¬† tutte le misure necessarie,¬† comprese quelle che permettano di chiarire natura, cause ed origine delle esalazioni inquinanti le anzidette¬† aree interessate.
¬†¬†¬†¬†¬†¬† E’ ampiamente noto come l’inquinamento, in tutte le sue forme, minacci la salute dell’uomo¬† a breve e lungo termine oltre, ovviamente, quella delle altre specie viventi. La stima dell’OMS – continua il Comitato – per le morti da inquinamento ambientale √® allarmante: i dati parlano di 4,2 milioni di decessi all’anno. In questo contesto assistiamo ad un continuo aumento delle malattie neoplastiche e delle malattie croniche, in particolare di quelle che coinvolgono il sistema respiratorio. Ambiente e salute possono pertanto considerarsi¬† due facce della stessa medaglia: senza il rispetto dell’ambiente √® infatti impossibile occuparsi efficacemente di prevenzione e tutela della salute.¬†¬† “
credit : cnr
Commenti

Comments are closed.