L’Ascoli a Frosinone rimedia la terza sconfitta. Perchè Sabiri e Iliev non giocano ?

Ascoli.- Qualcosa non va nell’Ascoli. La squadra di Sottil ha rimediato ieri a Frosinone la terza sconfitta nel campionato di serie B. Dovrebbe suonare un campanello d’allarme, dopo un inizio di torneo strepitoso e poi un rallentamento che ha fatto scivolare i bianconeri al settimo posto.

La domanda è questa : perchè il tecnico piemontese del Picchio lascia in panchina per meta gara ed oltre, due fuori categoria come Sabiri – un miracolo che sia rimasto all’Ascoli – e il nazionale bulgaro Iliev, oltre che un Fabbrini che si rea ben comportato nelle prime gare ? E’ accaduto con il Lecce in casa, e grazie ai tre la squadra è riuscita nel finale a pareggiare. E’ accaduto ieri a Frosinone, anche se qui non è bastato. Un atteggiamento inspiegabile da parte di un allenatore esperto come Sottil, che da un po’ di gare sembra voler scegliere una tattica quasi rinunciataria. Affidandosi in attacco solo a qualche giocata di Bidaoui, e ad invenzioni non sempre possibili di Dionisi. Comunque sia, c’è tempo per cambiare rotta. E metter mano anche ad una difesa che spesso subisce troppo e si fa bucare costringendo tutta la squadra a rincorrere poi l’avversario.

Ieri a Frosinone, contro la forte squadra allenato da Fabio Grosso l’Ascoli ha giocato male – come con il Lecce – il primo tempo, passando in svantaggio al 32′. Poi ha subito il raddoppio ad inizio ripresa, e la partita è diventata ancora tutta in salita per i bianconeri. Il gol di Bidaoiu non ha modificato l’andamento del match, che si  è chiuso sul 2-1 per i ciociari. Il Picchio si ferma a 14 punti in classifica, e vede il vertice della graduatoria allontanarsi. Il prossimo turno in casa contro la Spal, dovrĂ  segnare una volta. Altrimenti i tifosi torneranno a soffrire troppo come nelle ultime stagioni.

nella foto : Bidaoui ( credit Ascolicalcio1898)

Commenti

Comments are closed.