Al Wine Not viaggio alla scoperta dell’esclusivo Campo San Giorgio, solo 2814 bottiglie prodotte

Ancona 21 marzo.- Proseguono al Wine Not? di Ancona le degustazioni guidate alla scoperta dei grandi vini e dei territori di cui sono espressione. Dopo aver celebrato la Francia, il locale del Grand Hotel Palace dedicherà il prossimo appuntamento al patrimonio enologico marchigiano, ed in particolare ad un dei suoi rossi più apprezzati: il Conero Riserva Campo San Giorgio, punta di diamante di Umani Ronchi, l’azienda vitivinicola con sede ad Osimo, eccellenza nel panorama nazionale ed internazionale.
La prestigiosa etichetta sarà protagonista nella serat di, martedì 26 marzo, di una Verticale magnum, durante la quale sarà possibile assaporare le sfumature delle cinque annate dal 2009 al 2013, attraverso un viaggio esperienziale guidato dallo stesso produttore Michele Bernetti, accompagnato da Francesco Annibali, firma del magazine Doctor Wine. La degustazione di questo vino, che rappresenta una piccola produzione di Montepulciano in purezza, sarà abbinata ai piatti della cucina del territorio realizzati e interpretati dallo chef del Wine Not?.
Definito da Doctor Wine “il colpo del fuoriclasse, uno dei più grandi vini del Conero mai assaggiati” e pluripremiato – tra i numerosi riconoscimenti spiccano il titolo di Grande Vino di Slow Wine e i Tre Bicchieri di Gambero Rosso, il Campo San Giorgio è frutto di un progetto che inizia in una piccola particella del comune di Osimo con la volontà di valorizzare un territorio tanto vocato ma poco conosciuto a livello internazionale.
Un lungo cammino, passato attraverso diverse vendemmie di sperimentazione, divenute realtà nel 2009 con la prima limitatissima produzione: solo 2814 bottiglie disponibili sul mercato italiano.

Commenti

Comments are closed.