Un film contro la cultura dello sballo. Arriva nelle sale “La mia seconda volta”, con Simone Riccioni

La Fondazione Marche ha presentato ad Ancona, presso la Mole Vanvitelliana il trailer del film “La mia seconda volta” , opera del regista Alberto Gelpi che uscirà nelle sale italiane il 21 marzo. Presenti all’incontro Mario Pesaresi e l’attore e produttore maceratese Simone Riccioni. Il film affronta un tema difficile come quella droga, nel mondo giovanile ma vuole tramettere un messaggio di rinascita, con valori positivi e umani che alla fine prevalgono e fanno vincere la cultura della vita.
L’idea è nata dalla storia vera di una ragazza che dopo aver assunto una pastiglia di ecstasy , ha dovuto lottare per 17 anni per superare i danni provocati al suo fegato e al suo organismo da quell’episodio. L’opera di Alberto Gelpi, che vede nel cast tra gli altri Luca Ward, Isabel Russinova, Daniela Poggi, sarà distribuito nella sale dalla Dominus Production, e sarà proiettato anche ad un pubblico di 360 istituti scolastici italiani. Ad Ancona la prima proiezione è prevista al cinema il 20 marzo.

“Quello che ci è subito piaciuto – ha detto Mario Pesaresi della Fondazione Marche – è che il film si sia ispirato ad una storia vera. Inoltre per quello che facciamo tutti i giorni per le nostre imprese e per i nostri collaboratori, ci ha convinto che dallo schermo si trasmetta al pubblico un messaggio di fiducia e speranza: la vita non può mai smettere di stupirci e ci dà sempre una seconda opportunità, basta solo saperla cogliere. C’è una possibilità per uscire dal disagio giovanile, e anche un mostro come la droga si può combattere per tornare a vivere”.
Eppoi ha aggiunto : “Noi andiamo in cerca di talenti per l’impresa : un’operazione difficile ma quando poi riconosciamo certe caratteristiche vincenti, siamo pronti a sostenere questi soggetti. Simone Riccioni è un talento marchigiano. Lo ha dimostrato negli anni e continua a dimostrarlo e per questo noi siamo al suo fianco come lo siamo stati nel fortunato film “Come saltano i pesci” dove lui recitava. “
Tra i finanziatori del progetto, anche la Banca di Macerata.

Commenti

Comments are closed.