Calzaturiero in difficoltà, Confindustria pensa a Business school

Fermo 16 dicembre.- Creare una business school interna per rilanciare le attività degli associati e reagire alla contrazione dei ricavi e alla riduzione dell’export. E’ quella a cui sta pensando Confindustria Centro Adriatico, che ha riunito in assemblea gli imprenditori calzaturieri di Fermo ed Ascoli. Sul tavolo del presidente di sezione Valentino Fenni, insieme a questo progetto da realizzarsi utilizzando le risorse interne,  numerose questioni, incluso il dossier dell’Eurispes che sarà discusso nella prossima riunione per definire le strategie migliori per farlo arrivare in Europa.
“Vogliamo e dobbiamo trovare nuovi canali e nuove soluzioni per essere più competitivi sul mercato – dice Fenni -. Il continuo calo dell’export, che ci vede all’ultimo posto della Regione Marche è inaccettabile. Anche perché rappresentiamo il secondo comparto per valore, oltre un miliardo di euro nei primi nove mesi. Per questo stiamo lavorando su più fronti insieme con Assocalzaturifici”.
Due le novità in arrivo che Fenni ha presentato agli associati in tema di servizi. “Durante l’assemblea ci siamo collegati con l’ufficio legale di Confindustria Moda per chiarire il contratto nazionale dei rappresentanti. Le norme sono ben definite e vanno usate, ma prima bisogna conoscerle. Il prossimo step è un contratto per gli agenti a livello europeo che parta dalla base nazionale definita tra le associazioni rappresentanti”.

Un tema sentito e che i calzaturieri devono conoscere per evitare di trovarsi poi in mezzo a contenziosi legali. “Stiamo cercando di dare contenuti ai nostri associati. Partiamo dalla gestione di una figura chiave per le nostre aziende, passeremo poi al marketing, ai brevetti e proprietà intellettuale, alla digitalizzazione e all’etichettatura. Il mio obiettivo – aggiunge Fenni – è creare una specie di business school interna, utilizzando i professionisti che Confindustria può mettere a disposizione”.
L’altra novità riguarda le fiere, momento chiave per il business dei calzaturieri. “Abbiamo affrontato il tema della scontistica per partecipare a più fiere internazionali, un format ideato dall’ex presidente Annarita Pilotti, confermato dal Presidente Siro Badon, che premia chi partecipa a quelle organizzate da Assocalzaturifici, principalmente tra Est Europa e Asia, oltre che quella americana di febbraio a Las Vegas” dichiara Fenni. Che conclude : ”
“Siamo in attesa che la neonata Azienda Speciale della Moda, guidata dalla collega di Macerata Salina Ferretti, affiancando l’azione della Camera unica, pianifichi azioni di internazionalizzazione condivise con gli imprenditori calzaturieri. “

Commenti

Comments are closed.