Elezioni, Lega: “Pd scarica Ceriscioli ma gli altri dov’erano ? “

Ancona,8 febbraio – “In questi giorni il Partito Democratico sta mettendo in atto un maldestro tentativo di isolare Ceriscioli. La responsabilità per i problemi del territorio in questi anni non è però solo sua e il centrosinistra non se la caverà nascondendo in un angolo il suo presidente”.

A dichiararlo è il Senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche, insieme ai consiglieri regionali Sandro Zaffiri, Mirco Carloni, Luigi Zura Puntaroni e Marzia Malaigia.

“Nei 5 anni passati Matteo Ricci, Valeria Mancinelli e tutto il PD erano con Ceriscioli nella cabina di comando –  affermano gli esponenti della Lega – ora è troppo comodo, a pochi mesi dalle elezioni,  cercare di rifarsi una verginità con lo scaricabarile e mettere in quarantena questo debole governatore, magari riciclandolo con altri e inappropriati incarichi”. Per il Carroccio si tratta di solo di “un’operazione di trasformismo per coprire fallimenti in molti campi”, e che non avrà effetti elettorali.

Insomma la battaglia elettorale è entrata ormai nel vivo, e ci si prepara al confronto diretto che potrebbe avere delle sorprese. Se comunque il Pd sembra in difficoltà, anche per il mancato accordo con il Movimento 5Stelle, anche il centrodestra deve ancora ufficializzare il candidato alla presidenza della Regione Marche.  La Lega non ha dato ancora il via libera come capolista ad Acquaroli, deputato di Fratelli d’Italia ed ex sindaco di Potenza Picena. E un vertice a Roma tra i leader di partito dovrebbe tenersi nei prossimi giorni proprio per decidere il da farsi.

 

Commenti

Comments are closed.