Enosophia a Sant’Elpidio a Mare, con Cotarella e Cambi

Sant’Elpidio a Mare (Fm) 22 luglio.- Un borgo medioevale adagiato su una panoramica terrazza naturale protesa sull’infinito. A oriente le spiagge del mare Adriatico, ad occidente i paesaggi incantati del Parco Nazionale dei Monti Sibillini e, tutt’intorno, una distesa di morbide colline che sembrano rincorrersi verso i quattro punti cardinali. Questa è l’accattivante cartolina di Sant’Elpidio a Mare, set naturale per Enosophia, nuova tappa del Grand Tour delle Marche di Tipicità ed ANCI in programma dal 23 al 26 luglio.

L’evento, voluto dall’Amministrazione Comunale locale, rappresenta un omaggio ad Andrea Bacci, genio rinascimentale che ebbe i natali nell’ operoso centro calzaturiero, fu un instancabile ed ecclettico esploratore del sapere: filosofomedico e scrittore ma, soprattutto, estensore del primo vero trattato sul vino.

Tanti gli amici chiamati alla corte del Bacci per festeggiare un week end di incontri, di Italia autentica, di borghi in festa e di genuina convivialità, con percorsi del gusto guidati dalle vibrazioni aggreganti del nettare di Bacco.

Sarà Andreas Kipar, arcinoto architetto, a lanciare le suggestioni che guideranno gli ospiti dell’evento .

Sabato, la voce autorevole di Riccardo Cotarella darà il via ad un approfondimento tra innovazione e mondo biologico curato da Assoenologi Marche e Abruzzo, che avrà come culmine la degustazione professionale di vini senza solfiti in un ambiente del tutto inedito, ossia le Taverne di contrada che caratterizzano il centro storico di Sant’Elpidio a Mare, con la consueta verve di Carlo Cambi, istrionico volto noto RAI. Atteso anche il messaggio di un “vigneron” d’eccezione, l’anchorman televisivo Bruno Vespa, rinomato esperto di vino e, direttamente da “RAI 2 Decanter”, Tinto e la sua sottile ironia!

Anteprima giovedì 23 luglio con la presentazione del libro “Il boccone. Libro di ricette antiche e contadine” di Nadia Acerbi, per poi immergersi, venerdì 24, in un’originale cena eno-itinerante: ogni ristorante propone un piatto diverso, dall’antipasto al dessert, al quale viene abbinato il vino adeguato. Così, passeggiando per il centro storico, ciascun avventore viene a comporsi il proprio personale menù.

Nella ricca giornata di sabato, nei locali del borgo storico, ci sarà spazio anche per una “cena con Andrea Bacci” prima di gustarsi l’Enosophia Show, con tanti ospiti italiani ed internazionali stimolati dalla “voce” di Marco Ardemagni da RAI Caterpillar AM.

Nel giorno di chiusura, domenica, incontro scientifico dedicato al Bacci, dal titolo “Le geografie del vino italiano”, seguito da una degustazione di vini, con i vignaioli che ne illustreranno le caratteristiche, e lo spettacolo dell’esilarante Piero Massimo Macchini dedicato alla dimensione rurale marchigiana.

 

Commenti

Comments are closed.