Incisioni, funi e la ricerca della felicit√†. Le “donne” della Nespeca in mostra a Pedaso fino al 29 luglio

Semplicemente “Donne” √® il titolo della mostra di incisioni di Luciana Nespeca, in corso fino al 29 luglio nella bella palazzina dell’ex municipio di Pedaso. Un’esposizione che raccoglie molte¬† opere realizzate dagli anni Settanta del Novecento ad oggi, e tutte caratterizzate da un soggetto femminile rappresentato in bianco e nero, con un segno distintivo unico, brusco e dolce allo stesso tempo dell’artista ascolana, formatasi nella prestigiosa Scuola del Libro di Urbino. La condizione della donna nel mondo attuale, le sue inquietudini, la coercizione nella quale deve spesso agire nella societ√†¬† ( una tavola le raffigura a decine chiuse in una grande gabbia..), la ricerca di una felicit√† personale e collettiva sono i temi della mostra della Nespeca, che raffigura corpi rotondi e prosperosi, quasi boteriani, mai agili e perfetti come li vorrebbe la morale del presente. E su tutto questo, nel piccolo ma suggestivo ambiente della sala espositiva di Pedaso, domina anche un installazione con funi e stampe su carta, che l’artista ha costruito per mostrare quelle “corde” che nello stesso momento possono renderti prigioniero o liberarti, anche ammirando il mare. Una bell’evento in definitiva, quello ancora in corso sulla costa picena, e che vale la pena di visitare e apprezzare nella sua originale , leggera profondit√† di significato.

Commenti

Comments are closed.