La grande danza internazionale a Polverigi e Ancona. Al via Inteatro Festival numero 41

Polverigi (An) 18 gugno.- Al via INTEATRO Festival 2019 che si terrà dal 19 al 23 giugno tra Polverigi e Ancona.
L’edizione numero 41 della manifestazione, storico Festival nato tra le colline marchigiane, presenta un programma tra danza italiana e compagnie internazionali con 15 titoli per 55 artisti che si esibiranno per 24 repliche in 8 diversi spazi delle due città coinvolte.
Gli artisti e ballerini provengono da Brasile, Gran Bretagna, Belgio, Israele, Singapore, India e Italia.
Il Festival parte il 19 giugno dalla storica sede di Polverigi dove si apre una vetrina dedicata alla danza italiana (19,20,21 giugno) per poi da giovedì 20 proporre una serie di appuntamenti anche ad Ancona (20,21 giugno) e chiudere nel capoluogo marchigiano con le ultime due serate di festival (22,23 giugno). Nel capoluogo dorico vanno in scena le formazioni internazionali tra grandi allestimenti di danza e performance di teatro partecipativo.
Produzioni di Marche Teatro all’interno del Festival sono il nuovo spettacolo di Andrea Costanzo Martini e il suo “La Camera du Roi” e Luca Silvestrini con  “FOOD…Può contenere tracce di”.
A Polverigi è protagonista la danza italiana mentre Ancona ospita le grandi compagnie internazionali al Teatro delle Muse e gli spettacoli di teatro partecipativo in luoghi non consueti come il salone del Museo Archeologico Nazionale delle Marche e la Chiesa di San Gregorio Illuminatore.

Il Festival si apre a Polverigi mercoledì 19 giugno con Davide Valrosso e il suo work in progress “A Peaceful Place” nato dall’incontro tra l’artista e tre danzatori indiani della Compagnia Attakkalari di Bangalore, grazie al sostegno di Crossing the sea progetto di internazionalizzazione nato allo scopo di consolidare collaborazioni a lungo temine tra Italia e Paesi asiatici e del Medio Oriente. Il work in progress che presenta Davide Valrosso è il lavoro di ritorno fatto in India nel periodo di residenza tenuto dall’artista presso il Centro Attakkalari che è il più grande dell’India

Alla Chiesa di Villa Nappi arriva poi, in prima nazionale, “Say It” dei P/In The Bucket Collective formato dai performer Simone Donati e Stephen Quildan. La danza contemporanea e la musica elettronica formano le fondamenta della pratica artistica di questo collettivo che esplora metodi multidisciplinari di fare e creare coinvolgendo il pubblico in ambienti alternativi ed esperienze d’impatto.

Al Teatro della Luna Claudia Catarzi mette in scena “Posare il tempo”, mentre alla pista di pattinaggio vedremo i Dewey Dell in “Deriva traversa” e a seguire chiudono la prima serata di INTEATRO 2019, Ginevra Panzetti e Enrico Ticconi che propongono sempre al Teatro della Luna “Harleking”, un demone dall’identità ambigua e multipla.

Giovedì 20 giugno proseguono gli appuntamenti con la danza a Polverigi. La serata si apre in Sala Sommier con il duo Anna Basti e Chiara Caimmi e il loro debutto/work in progress “Unlock” . Il Teatro della Luna invece ospita la prima assoluta di “La camera du Roi” di Andrea Costanzo Martini e Cindy Séchet co-prodotto da MARCHE TEATRO. Leggero ma pertinente, ironico e giocato sulla fisicità estrema, il lavoro di Andrea Costanzo Martini esplora l’equilibrio di potere che si crea tra il pubblico e i danzatori. Coreografo e danzatore italiano con base a Tel Aviv Costanzo Martini nel suo lavoro mette in discussione e gioca con le aspettative del pubblico in relazione alla danza contemporanea.

Chiudono la serata alla Chiesa di Villa Nappi i Dewey Dell con “Storm Atlas”, catalogo di tempeste.

Al via sempre il 20 giugno gli appuntamenti che ad Ancona sono proposti per quattro serate fino al 23 giugno nelle suggestive location del salone delle feste del Museo Archeologico Nazionale delle Marche e della Chiesa di San Gregorio Illuminatore, mai utilizzate prima dal Festival.

 

 

Commenti

Comments are closed.