Libertà di stampa a rischio : artisti coprono Milano con i giornali

Milano, 2 maggio ‚Äst75mila pagine di quotidiani¬†italiani sul pavimento di piazza Duca D’Aosta,¬†700 metri quadrati¬†destinati ad essere calpestati da chi corre a prendere il treno, 1 titolo e un messaggio:¬†Sar√† Vero?¬†In occasione della¬†Giornata Mondiale per la libert√† di Stampa¬†che si celebra il 3 maggio il¬†collettivo artistico PXLs, ha scelto una piazza simbolo di Milano, davanti alla Stazione Centrale, per sensibilizzare l’opinione pubblica su un tema che, mai come oggi, nel pieno della pandemia, √® di stretta attualit√†.

Secondo il rapporto annuale di¬†Reporter Senza Frontiere, in oltre 130 Paesi nel mondo l’esercizio del giornalismo “vaccino principale” contro la disinformazione √® “totalmente o parzialmente bloccato”. In questo scenario l’Italia si classifica al 41¬į posto, ultima in Europa. “Sar√† Vero?”

L’opera, che rester√† visibile e “calpestabile” fino al 7 maggio nell’atrio della Stazione Centrale, “non √® una provocazione –¬†spiega Blu-PXLs, portavoce del collettivo PXLs¬†– ma un invito a riflettere su quello che leggiamo e su come le informazioni ci raggiungono, in modo sempre pi√Ļ pervasivo. Nessun lettore di giornale si domanda abitualmente dove stia la verit√†. Anche quando le notizie, come questa nostra opera, vengono manipolate, ignorate o calpestate”.

Questo progetto suggella la collaborazione di due artisti di fama internazionale con collettivo PXLs. Si tratta di 2501, noto per la sperimentazione di linee, forme e movimento in composizioni libere e il fotografo fine art d’architettura Aldo Amoretti.

“Reporter Senza Frontiere (RSF) si congratula e ringrazia la comunit√† artistica per questa installazione monumentale che attirer√† l’attenzione e sensibilizzer√† l’opinione pubblica sullo stato della libert√† di stampa, soprattutto in Italia”, afferma¬†Christophe Deloire, segretario generale di RSF.

L’installazione √® stata realizzata grazie al supporto di¬†Grandi Stazioni Retail che ha messo a disposizione di questa iniziativa una delle stazioni pi√Ļ iconiche d’Italia, la stazione Centrale di Milano.¬†In questi giorni, dunque, la Centrale sar√† porta della Citt√† ma anche momento di riflessione e coscienza per quanti attraverseranno i suoi spazi.

Finita l’esposizione, l’installazione sar√† tagliata per¬†ricavarne delle tele, che saranno arricchite da messaggi¬†e riflessioni sul ruolo del giornalismo e della libert√† di stampa a firma di voci autorevoli come¬†Massimo Giannini, direttore de La Stampa e il giornalista e scrittore¬†Gianluigi Nuzi.

I quadri saranno poi messi in vendita e il ricavato devoluto la PXLs a favore di Reporter Senza Frontiere.

autore dell’opera : Aldo Amoretti

Commenti

Comments are closed.