Marche, diminuiscono i rifiuti ma mancano gli impianti di riciclo

Ancona. Si è svolta questa mattina presso la sede di Ètv Marche la quinta edizione dell’iniziativa promossa da Legambiente Marche “Ecoforum”, dove hanno partecipato rappresentanti delle istituzioni, della comunità scientifica, del terzo settore e cittadini, con buone pratiche di economia circolare.

All’interno dell’iniziativa, andata in onda sul canale 12 del digitale terrestre e sulle pagine social dell’associazione ambientalista, si è discusso delle questioni nevralgiche della Regione, dalle criticità non ancora risolte nella gestione dei rifiuti, ai punti di forza di un territorio che ha ancora molto da offrire in termini di sostenibilità ambientale.

“Mentre l’economia circolare nelle Marche avanza lentamente, il cambiamento climatico corre veloce – commenta Marco Ciarulli, Presidente di Legambiente Marche – nonostante una raccolta differenziata che continua a raggiungere numeri sempre più importanti, ed una produzione pro capite di rifiuti in leggera diminuzione, i passaggi necessari per rendere nuovamente la Regione Marche una regione virtuosa nella gestione dei rifiuti non sono stati fatti. Il paradosso che stiamo vivendo – aggiunge Ciarulli- in questo momento è quello di una comunità che fa un grande lavoro di differenziazione dei rifiuti, senza però poterli destinarli ad impianti di riciclo, e quindi inviandoli fuori regione.

Abbiamo di fronte la straordinaria opportunità del PNRR, ad esempio con l’avviso pubblico del Ministero della transizione ecologica in scadenza il 14 febbraio febbraio 2022, che rappresenta un treno da non perdere per rendere la nostra Regione autosufficiente a livello impiantisco, così da svuotare le discariche ”.

Durante l’iniziativa si è svolta la premiazione dei Comuni “Rifiuti Free”, ovvero quei Comuni che oltre a superare il 65% di raccolta differenziata,  producono mediamente in un anno meno di 75kg di rifiuto, per cittadino, da avviare a smaltimento. Per questa edizione dell’ecoforum si sono registrati 14 Comuni Rifiuti Free.

“Rispetto allo scorso anno i nostri Comuni Rifiuti Free sono aumentati – dichiara Mariagiulia Lucchetti – dell’Ufficio Scientifico di Legambiente Marche – passando da 8 a 14. Il miglioramento c’è e si vede anche nella media regionale di produzione di rifiuti, che passa da 520 kg di rifiuti prodotti da ognuno di noi in un anno, a 499 kg.  ma è un passo avanti troppo timido”.

 

Commenti

Comments are closed.