Marconi (Udc) : “Perchè pochi guariti e cosi tanti morti ?”, lunedi consiglio

Recanati (Mc) 3 aprile.- “Come mai nelle Marche ad oggi i guariti risultano in numero esiguo rispetto a chi purtroppo ha perso la vita per il corona virus? “ Se lo chiede, secondo noi giustamente il consigliere regionale dell’Udc Luca Marconi, che lunedi 6 aprile interrogherà direttamente la Giunta Ceriscioli sulla questione, durante l’assemblea legislativa convocata in via telematica per le 14,30 del pomeriggio.

Ad oggi i pazienti usciti dall’incubo del sindrome respiratoria acuta sono appena una quarantina, mentre i decessi – secondo le stime ufficili del Gores – sarebbero addirittura 557 ( anche se ieri ai 31 delle precedenti 24 ore se ne sono aggiunti 23 morti nelle settimane scorse, la cui diagnosi è stata però collegata al Covid19 stranamente solo giovedi sera). Una sproporzione tra i due dati che salta all’occhio di una semplice analisi del quadro regionale della crisi sanitaria, e che forse dovrebbe essere chiarita da esperti e istituzioni. Così come quella dell’ospedale per 90 posti di terapia intensiva alla Fiera di Civitanova, progetto ancora da portare a termine, e sul quale sono piovute molte critiche. Da parte di sindacati, industriali ( Adolfo Guzzini ) ed ex personaggi del mondo politico, come l’ex presidente della Regione Vito D’Ambrosio. Anche sulla vicenda, che vede impegnato direttamente il Corpo italiano di soccorso dell’Ordine dei Cavalieri di Malta, il consigliere Marconi presenterà una serie di quesiti alla Giunta regionale : “Credo sia importante spiegare il perché di questa scelta per i malati di Covid 19 – afferma il consigliere Udc –  e quali sono i costi che la Regione dovrà affrontare. Eppoi, quale utilizzo dei materiali impiegati verrà fatto alla fine dell’emergenza? E’ ipotizzabile la creazione di altri posti in quella sede e, nel tempo, sarà possibile tenere lì i malati  facendo ritornare alla normalità i nostri ospedali? “ Al centro del dibattito dell’assemblea legislativa ci saranno poi anche l’impatto dell’emergenza sui servizi sociali e sanitari e le problematiche legate allo svolgimento delle prossime elezioni, probabilmente in autunno.

 

 

 

Commenti

Comments are closed.