Procuratore di Ascoli : “Abrogare la Cartabia per la procedibilit√† a querela”

Ascoli.- “E’¬† urgente per evitare una perdita di credibilit√† per il sistema penale, abrogare subito tutta la parte della Riforma Cartabia che riguarda la procedibilit√† a querela”.

Lo dichiara all’Ansa il¬†¬†Procuratore capo della Repubblica di Ascoli Piceno, Umberto Monti. Per il giudice √® “anche necessario ripensare¬† tutto il resto di questa riforma e i suoi arzigogoli procedurali che allontanano l’accertamento del fatto e rendono del tutto evanescente la certezza della pena”.

“La perseguibilit√† a querela diffusa ‘a pioggia’ dalla riforma Cartabia – sostiene Monti – coinvolge anche reati come la violenza sessuale (su maggiorenne) o gli atti persecutori, reati molto ‘delicati’ e che riguardano proprio vittime deboli e impaurite. La violenza sessuale resta ora perseguibile a querela anche se √® connessa con un sequestro di persona o con una violenza privata.

Stessa cosa – aggiunge il Procuratore – per la connessione degli atti persecutori con sequestro di persona o violenza privata. Ma √® cos√¨ difficile tener conto dello stato di soggezione della vittima di tali gravi reati, la sua paura, i dubbi, le incertezze e la difficolt√† a vedersi addossata proprio dallo Stato la piena, esclusiva e totale responsabilit√† di far iniziare il procedimento penale, di far arrestare e di far condannare?”.

Finora in questi casi si procedeva d’ufficio, indipendentemente dalla volont√† della parte offesa, che era cos√¨ messa al riparo da ogni possibile timore.¬† Dichiarazioni quelle di Monti che faranno certamente discutere. Anche perch√® si inseriscono in un dibattito nazionale sul servizio giustizia che vede il nuovo Ministro – ed ex magistrato – Carlo Nordio deciso a puntare a sostanziali modifiche alle normative attuali. Anche in tema di intercettazioni, oltre che di maggiore efficienza del sistema giudiziario.¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬† ¬†mt

Commenti

Comments are closed.