Movimento Cristiano Lavoratori. L’ascolano Luca Cappelli nuovo presidente regionale

Il consigliere comunale di Ascoli Piceno, Luca Cappelli è stato eletto Presidente regionale del Movimento Cristiano Lavoratori. La nomina è avvenuta al termine dell’assemblea degli aderenti al sodalizio, svoltasi presso la  Casa delle associazioni cattoliche di Ancona, in piazza Santa Maria . Già responsabile degli Enti Locali di MCL e membro dell’Esecutivo Nazionale Giovani, Cappelli, 39 anni, rimarrà in carica per quattro anni.

“Per comprendere appieno l’attualità e la centralità dell’associazionismo per l’Italia intera – ha detto Cappelli al termine della votazione – vorrei ricordare a tutti proprio l’importanza del terzo settore anche a livello lavorativo: una sfida e un’opportunità eccezionale per l’intero mondo giovanile”.
Cappelli ha poi sottolineato le diverse aree di compatibilità e le potenziali sinergie tra associazioni in ambito sociale.
“Il mio prioritario impegno – ha continuato – sarà quello di cercare qualunque possibilità di partnership tra il mondo istituzionale e quello associativo per dare un concreto contributo alle Marche in termini di crescita economica e sociale. Quando parliamo di imprese operanti nel mondo dell’associazionismo, ci riferiamo ad organismi che operano per il benessere collettivo nel senso più ampio del termine, spaziando dalla cultura,all’attività sportiva e ricreativa all’assistenza sociale, dalla sanità all’istruzione.”

Il MCL nasce nel 1970 ma la fondazione ufficiale risale all’8 dicembre 1972, data dell’assemblea di riunificazione tra due componenti che avevano abbandonato le Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani per non aver condiviso le motivazioni e le prospettive sul piano ecclesiale e sociale, collegati alla “svolta socialista” post-1968. Il MCL  propugna un’idea di capitalismo dal “volto umano”, in cui si complementino libertà di mercato, solidarietà e sussidiarietà. Il riferimento è sempre la Dottrina Sociale della Chiesa .

 

Commenti

Comments are closed.