Offida, studenti celebrano la Giornata della Memoria con Anmig e Comune

Offida 3 febbraio.- “Bisogna con forza dire no all’indifferenza, sia rispetto ai crimini del passato come l’Olocausto degli ebrei, che rispetto ai rischi del razzismo attuale e delle guerre che sono in corso in questo momento nel mondo.” Lo ha detto Andrea Quaglietti, segretario provinciale di Ascoli dell’ANMIG (associazione invalidi guerra) parlando al termine dello spettacolo che i ragazzi dell’Istituto Falcone e Borsellino hanno realizzato sabato scorso 1 febbraio al teatro Serpente Aureo di Offida, per le celebrazioni della Giornata della Memoria. “E’ un’offesa alle vittime, ai loro familiari e a tutti quelli che hanno combattuto durante l’ultima della guerra – ha aggiunto – sostenere come lo Shoa non sia mai esistita, come una parte degli italiani pensa. Noi ringraziamo il Comune di Offida e l’Istituto comprensivo per averci invitato a questo incontro che mira a diffondere nei più giovani il valore della memoria di quei fatti tragici, che non possono essere negati. Questo per evitare che si ripetano e si mantenga nel nostro Paese quella pace che è fondamentale per la convivenza civile. “ Ad Offida è attiva una storica sezione dell’ANMIG, che ha sempre preservato quel ricordo e la memoria della tragedia del conflitto mondiale, con tutte le conseguenze per invalidi e familiari. Oggi al teatro insieme a Quaglietti era presente Maria Antonietta Barbizzi, figlia di quel Bernardo Barbizzi che per molto tempo guidò la sezione locale. Con loro il sindaco Luigi Massi e il dirigente scolastico Daniele Marini, che sono intervenuti alla fine dello spettacolo di coreografie e danze realizzato dagli studenti, basandosi su racconti e storie della Shoa. I due relatori hanno ricordato l’esempio di Liliana Segre proprio nel giorno in cui la senatrice ha tenuto un discorso al Parlamento europeo.

Nella foto, Quaglietti con Massi

 

Commenti

Comments are closed.