Oggi assemblea Cna Ascoli e bandi per la creazione di nuove imprese

Ascoli. La Cna di Ascoli Piceno, impegnata da sempre a sostenere le imprese mette a fuoco e sottolinea le ottime opportunitĂ  che, in aggiunta ad altre misure giĂ  attive, derivanti dal nuovo bando della Regione Marche sulla Creazione di impresa. “Proprio per questo – sottolinea Francesco Balloni, direttore della Cna Picena – la nostra assemblea straordinaria del territorio, prevista online per oggi martedì 23 febbraio punterĂ  sull’approfondimento e l’ indirizzo per le imprese riguardo proprio a temi caldi e strategici come la creazione di impresa e tutte le relative misure di sostegno e incentivazione che è possibile mettere in campo adesso e per il futuro”.

Il webinar informativo, inserito nel contesto dell’Assemblea  è programmato per le ore 17, e sarĂ  possibile seguire e interagire con i relatori online. Partecipano: Alessandro Righi, responsabile Nuovi prodotti del Confidi Uni.co.; Massimo Capriotti, direttore provinciale per Ascoli Piceno di Uni.co.; Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche; Simona Pasqualini e Roberta Maestri per la Regione Marche. Coordina Francesco Balloni, direttore della Cna Picena. La parte assembleare sarĂ  introdotta invece dalla relazione del presidente territoriale, Luigi Passaretti.

La Cna territoriale sottolinea come l’obiettivo dell’intervento sia proprio quello di generare nuove realtĂ  economiche e nuove opportunitĂ  occupazionali, dando continuitĂ  alle azioni giĂ  intraprese dal 2016 al 2020 a sostegno all’avvio di nuove iniziative imprenditoriali, in grado di contribuire allo sviluppo e alla diversificazione del sistema produttivo regionale e ad incrementare i livelli occupazionali.

Possono presentare richiesta per questo Bando – precisa la Cna di Ascoli – chi ha la residenza nei nei comuni esclusi dalle aree di crisi, in quelli ricadenti nella Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) e negli ITI URBANI che hanno individuato come prioritĂ  l’intervento di sostegno alla creazione di impresa.

Saranno finanziate esclusivamente le nuove imprese, o i nuovi studi professionali, singoli e associati e o liberi professionisti, che abbiano, al momento della liquidazione del contributo, almeno la sede operativa in uno dei comuni compresi nel bando stesso e che si costituiscono a partire dal 12 febbraio in poi (data di pubblicazione dell’Avviso Pubblico sul BURM).

Ciascun richiedente può accedere, al massimo, ad un finanziamento per un importo massimo di 35mila Euro. La somma forfettaria erogabile a titolo di contributo sarà corrisposta in due tranches: 1) Pari a 15mila Eur al momento della dichiarazione di avvio attività da parte dell’impresa che dovrà dimostrare, oltre all’avvio dell’attività, anche la creazione di almeno un posto di lavoro (del titolare o di un socio lavoratore o di un libero professionista o di un dipendente); 2) Pari al massimo erogabile, ovvero 20mila Euro su un totale di 35mila alla chiusura del progetto, commisurata ai posti di lavoro creati.

Per approfondimenti sul Bando: http://www.uni-co.eu/bando-creazione-impresa-comuni-no-aree-di-crisi-e-comuni-snai-e-iti-urbani/

Nella foto Passaretti e Balloni

Commenti

Comments are closed.